Rivalutazione di terreni e quote sociali

Rivalutazione di terreni e quote sociali

PDFStampaE-mail

Il D.L.  70/2011, meglio noto come "decreto sviluppo", ha introdotto, per le persone fisiche non operanti in regime di impresa e per le società semplici, la possibilità di rideterminare il valore fiscalmente riconosciuto dei terreni (agricoli e fabbricabili) e delle partecipazioni in società non quotate, posseduti alla data del 01/07/2011.

Per accedere alla rivalutazione sono necessari la redazione una perizia giurata di stima redatta da un professionista abilitato, da asseverare entro il 30/06/2012, e il pagamento di un imposta pari al 2% dell'intero valore rideterminato per le partecipazioni qualificate o al 4%per le partecipazioni non qualificate e i terreni, da versare entro il medesimo termine. L'imposta può essere pagata in tre rate annuali di pari importo (in tal caso entro il 30/06/2012 bisognerà versare solo la prima di esse).